Microspie: cosa sono, come sono fatte, come funzionano, come trovarle

Microspie

Che cosa è una microspia?

Con il termine microspia ci si riferisce genericamente a un dispositivo elettronico miniaturizzato che è in grado di catturare e monitorare suoni e voci in qualsiasi ambiente, per poi trasmetterli grazie alle onde radio.

Le prime microspie a radiofrequenza sono usate nel periodo che precede di poco la Seconda Guerra Mondiale, anche se il termine si riferiva a dispositivi ingombranti, basti pensare alle radio, e per nulla miniaturizzati, ma in grado di trasmettere segnali audio (voci, suoni, rumori, ecc.) presenti sulla linea telefonica o nell’ambiente, a distanze non elevate.

Oggi le microspie sono altamente tecnologiche, miniaturizzate in modo tale da poter essere collocate in qualsiasi ambiente, anche il più impensabile quali cordless, indumenti e oggetti personali, computer. In pratica ovunque.

Come sono fatte le microspie?

Le microspie generalmente operano emettendo radiazioni elettromagnetiche, onde radio in determinate bande di frequenza, e sono costituite da: micro alimentatore da rete o mini batteria per alimentare i circuiti per far generare e trasmettere le onde elettromagnetiche nell’etere (trasmettitore) e un blocco ricevitore che deve essere posizionato nelle vicinanze della microspia e che nei casi più semplici è un radioricevitore collegato ad un registratore per memorizzare i dati catturati.

Nelle soluzioni più sofisticate ed hi-tech la microspia può essere un microfono infinity, cioè un sistema ripetitore su linea telefonica fissa, GSM o via radio capace di intercettare e catturare i segnali audio presenti su una linea telefonica e di trasmetterli a distanze anche molto elevate.

Il raggio d’azione o portata di una microspia

Le microspie a radiofrequenza usano segnali radio e, come sappiamo anche dall’utilizzo di un comune telefono cordless, il raggio di azione o portata del dispositivo non è illimitato e dipende anche dagli ostacoli che si sovrappongono (se si è all’aperto o in edifici, ad esempio, il raggio d’azione è diverso).

Il raggio d’azione o “portata” di una microspia è pertanto molto variabile e può andare da poche centinaia di metri (100-200 metri) in presenza di ostacoli, fino a 500-1000 metri in assenza di ostacoli.

Lo sviluppo del campo delle telecomunicazioni degli ultimi decenni e l’avvento della tecnologia GSM hanno permesso di far operare le microspie di tipo infinity hi-tech su ampi raggi d’azione, in pratica a portata illimitata.

Le microspie si sono quindi evolute e hanno subito negli ultimi tempi progressi tecnologici strabilianti sia per miniaturizzazione, autonomia di funzionamento (anche con micro pile) e costi relativamente accessibili anche per le tecnologie più sofisticate.

I vantaggi di una microspia

I vantaggi principali dell’utilizzo di microspie sono:
  • Miniaturizzazione
  • Facilità di essere posizionata ovunque
  • Rapidità d’impiego
  • Durata elevata di funzionamento in trasmissione anche se dotate di pile
  • Costi contenuti

Individuazione di una microspia

Per poter individuare la presenza di una microspia in un ambiente è necessario, nel caso si abbia il sospetto di essere spiati, rivolgersi a personale esperto e affidabile per professionalità e riservatezza.

Axerta Tech mette a disposizione un team di professionisti, tecnici altamente qualificati e affidabili, in grado di utilizzare la strumentazione e le apparecchiature idonee ad individuare la presenza di microspie nascoste, nei più diversi ambiti lavorativi e privati. Individuare una microspia significa essere in grado, con strumentazione elettronica specifica, di localizzare dove si trova la microspia in un determinato ambiente, trovando e rilevando i segnali RF in radiofrequenza emessi dal trasmettitore che è nascosto nella microspia stessa o nelle sue vicinanze.

Metodi di rilevazione delle microspie

Axerta Techonology mette in campo al vostro servizio la professionalità dei propri tecnici, altamente specializzati e con esperienze in ambito militare e di polizia, e le apparecchiature e strumentazioni sempre all’avanguardia per rilevare la presenza di microspie di qualsiasi tipo in qualsiasi situazione: ambientale, informatico, domestico, industriale o privato.

Tra i molti tipi di cimici che Axerta è in grado di rilevare e bonificare citiamo ad esempio microcamere, microregistratori, microtrasmettitori, microspie audio o video, ad onde convogliate e a infrarossi fino alle microspie GSM,UMTS e ripetitori.

Per ogni tipo di microspia è possibile svolgere interventi di bonifica dell’ambiente in cui sono state nascoste anche le più moderne cimici, ad ampio raggio d’azione, come i sistemi GSM che sono in grado di catturare e far sentire conversazioni fino a migliaia di chilometri di distanza grazie all’elevato numero di ponti ripetitori (BTS) disseminati sul territorio, ognuno dei quali è connesso alla rete di telefonia fissa terrestre cablata.