Cimice Microspia

Che cosa è una cimice?

Il termine “cimice”, per il vocabolario della lingua italiana, ha significato gergale di microspia telefonica e pertanto, nel settore delle investigazioni, cimice è sempre sinonimo di microspia.

La cimice, grazie alle sue ridotte dimensioni può facilmente essere occultata sia in ambiente domestico che lavorativo, perché si può nascondere e mascherare in qualsiasi oggetto (ad esempio all’interno di batterie di telefoni cellulari, prese, penne, lampade da ufficio, fogli di carta, ciondoli e portachiavi ecc.) e anche nei capi di abbigliamento.

Come funziona?

Il principio base di funzionamento di una cimice microspia è quello di generare delle onde radio da trasmettere nell’etere. Il blocco microfono della cimice capta l’audio, le voci, le conversazioni e anche i rumori che si svolgono nell’ambiente in cui è localizzata la spia stessa e il blocco trasmettitore genera le onde radio che una volta trasmesse saranno captate da un ricevitore a distanza.

Questo appena descritto è il principio di funzionamento su cui si basano tutte le cimici microspia. La tecnologia elettronica e telematica, però, ha subito un’enorme evoluzione negli ultimi venti anni e così anche le tipologie di microspia si sono via-via evolute equipaggiandosi di nuove e innovative possibilità e funzionalità di rilievo. Basti pensare all’epocale passaggio dall’elettronica analogica a quella digitale e agli standard delle trasmissioni e telecomunicazioni che hanno consentito l’ascolto e anche il video a qualsiasi distanza e in ogni punto della terra grazie alle infrastrutture dei sistemi della telefonia mobile GSM, UMTS e della geo-localizzazione GPS.

A cosa serve e normativa di riferimento

Anche se comunemente parlare di cimice microspia fa subito pensare a scenari tipici da film di spionaggio o al fenomeno delle intercettazioni ambientali e telefoniche in contesti e scenari di vario genere (privati, pubblici, industriali, economici e politici), una cimice può trovare impiego anche per situazioni di controllo, sicurezza e sorveglianza a distanza.

Nel campo investigativo l’uso di una cimice spia è regolamentato e lecito se svolto da personale autorizzato della polizia giudiziaria o anche di investigatori privati, per ricercare delle prove e non deve violare la legge n.98 dell’8 aprile 1974 relativa alla “Tutela della riservatezza e della libertà e segretezza delle comunicazioni”, l’articolo 617 del Codice penale “Cognizione interruzione o impedimento illeciti di comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche” e l’articolo 617-bis inerente l’“Installazione di apparecchiature atte ad intercettare od impedire comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche”.

Tipologie di cimice microspia

Le tipologie di cimice per intercettazioni ambientali e telefoniche sono molteplici: si va dalla semplice microspia, occultabile e ascoltabile a breve distanza perché con raggio d’azione di poche centinaia di metri, fino alle cimici professionali, dotate della tecnologia più sofisticata e all’avanguardia, in grado di trasmettere l’audio o anche il video di quanto avviene nell’ambiente in cui si trovano (abitazioni, uffici, veicoli, ecc.), a qualsiasi distanza e in qualsiasi luogo della terra.

Le forme degli oggetti in cui sono assemblate le cimici sono le più impensabili. Basti pensare che è possibile nascondere una cimice anche in un foglio o in un quadro, perché esistono modelli composti dal solo circuito stampato annegato in strati di resina plastica o epossidica e assemblabili anche nei vestiti senza che l’intercettato se ne accorga.

La versione di cimice GSM o UMTS è chiamata anche a raggio d’azione o portata infinity perché trasmette in tutte le parti del mondo sfruttando la rete mobile dei cellulari e inoltre questi tipi di microspia di ultima generazione possono essere anche localizzate e con sistema GPS possono anche trasmettere le coordinate per il loro tracciamento in remoto. La qualità dell’audio captabile è eccellente grazie all’azione di filtro svolta dai circuiti e software in grado di eliminare rumore e fruscii dei disturbi, e l’autonomia di funzionamento è elevata grazie all’uso di batterie agli ioni di litio di lunga durata o perché ad esempio le microspie occultate in un’automobile possono essere alimentate dai 12 volt della batteria o dalla presa dell’accendisigari.